Valdorba info

Home è la pagina corrente
Info
Home è la pagina corrente
Home

 

Strada per Tiglieto
Tiglieto
Strada per Ovada
Ovada
Strada per Tagliolo
Tagliolo Monf.
Strada per Rocca Grimalda
Rocca Grimalda
Strada per Silvano d'Orba
Silvano  d'Orba
Strada per Castelletto d'Orba
Castelletto d'Orba
Strada per Capriata d'Orba
Capriata d'Orba
Strada per Predosa
Predosa
La strada per il vino Dolcetto e altri.
Vino e artigiani

Le vie i profumi i sapori e il buon vino

 


La Valle dell' Orba: Alla scoperta dei Comuni che la compongono, le attrazioni, i sapori e molto altro...

L'alto corso dell'Orba interessa due regioni: Liguria e Piemonte.
In questo sito ci occuperemo particolarmente di quest'ultima, per l'appunto il Piemonte, ma non trascureremo comunque del tutto la parte Ligure e visiteremo Tiglieto che ne è uno dei comuni più rappresentativi .

Nel nostro viaggio proseguiremo giù per la valle, seguendo il corso del torrente a incontrare Ovada, Tagliolo Monferrato, e poi Rocca Grimalda, Silvano d'Orba, Castelletto d'Orba, Capriata d'Orba e Predosa dove infine termineremo il nostro percorso lasciando l'Orba scorrere verso Casalcermelli-Castellazzo Bormida; qui per l'appunto l'Orba termina affluendo nel Bormida.

Come avremo modestamente modo di vedere in questo sito, visitando le città e i paesi che la compongono, questa bellissima valle è una vera risorsa di meraviglie naturali, architettoniche e culturali.


   


La valle dell'Olba o Orba (in dialetto Urba) nasce con il fiume dal Massiccio del Beigua (che fa parte geologicamente della formazione ofiolitica del "Gruppo di Voltri") in prossimità del passo del Faiallo, la sorgente principale é situata sulla displuviale padana del monte Reixa (m 1183 s.l.m.).

L'Orba nel suo alto corso (alta valle dell'Orba) é compreso nel territorio provinciale di Savona, nel Comune di Urbe del quale lambisce, più o meno prossimamente, i centri di Vara, Superiore e Inferiore, di San Pietro e di Martina; l'Orba passa poi in provincia di Genova, nel Comune di Tiglieto toccando alcune frazioni; in prossimità di Badia di Tiglieto passa dalla Regione Liguria alla Regione Piemonte lambendo i territori di Olbicella e Molare, entrambi in provincia di Alessandria.

Il corso montano dell'Orba generalmente si considera qui terminato, e conseguentemente l'Alta Valle; come limite possiamo fissare il lago di Ortiglieto presso Olbicella o il punto d'affluenza del Rio Granozza presso Molare; da qui in poi l'Orba nel suo basso corso incontra importanti affluenti, come lo Stura, bagna la città di Ovada, ed infine dopo 72 chilometri di corso (con un bacino idrografico di 792 chilometri quadrati) sbocca, presso Casalcermelli, nel Bormida.

 



 

 

Queste zone di collina, per le loro caratteristiche ambientali coperte in gran parte da boschi e con i caratteristici “calanchi di tufo”, offrono prodotti prestigiosi e unici per i loro profumi e sapori: le erbe ricche di principi attivi, il latte, i formaggi tipici, le nocciole, i funghi, i tartufi,  la carne e la frutta, i piatti tipici che esaltano i sapori di una volta.

E' un territorio ricco di richiami turistici, storici e paesaggistici: le torri, i castelli medioevali dominanti molti centri abitati, le abbazie, le chiese, le colline, i monti e le vallate dai caratteristici e incantevoli panorami.


La farinata (farinò-fainò), è una vera specialità locale esportata in tutta Italia e nel mondo con i nomi più disparati. Un impasto piuttosto liquido di farina di ceci, acqua, sale e olio di oliva; cotta al forno a legna in apposite grandi teglie di rame e zinco.

.....e ora stuzzichiamoci l'appetito!
Pur non tradendo le ricette tipiche piemontesi, la cucina tradizionale della valle è stata fortemente influenzata dalla vicina Liguria. Come conseguenza dall'unione di tradizioni piemontesi o per meglio dire monferrine, influenze liguri e prodotti del nostro territorio, ne è scaturita una cucina unica che consente ai diversi palati di svariare da piatti delicati e originali a vere e proprie esaltazioni della cucina oggi definita povera dove l'utilizzo di materie prime locali conferisce al piatto caratteristiche uniche.
_____Tra gli antipasti ci limitiamo a citare le tradizionali verdure in bagna cauda, carne cruda, acciughe in salsa verde, vitello tonnato, insalate di funghi freschi e salumi locali. A seguire sono gli agnolotti a farla da padroni, di sfoglia sottile con il ripieno a base di carne e, ovviamente, la borragine, da consumarsi con il sugo o “bianchi” in una tazza fumante di vino Dolcetto d'Ovada. Ravioli alle verdure, tajarin ai funghi o al sugo di lepre, polenta condita in vari modi, una volta piatto unico ed oggi nuovamente ricercata. Nel periodo pasquale gli andarini, (gnucheti) piccolissimi gnocchi di farina da consumarsi in brodo.
_____In stagione i funghi preparati e cucinati in vari modi dominano i secondi piatti. Ad essi si aggiungono bollito misto, selvaggina (lepre, fagiano, cinghiale), arrosti, torte verdi con erbe selvatiche, cime ripiene, cappone bollito con salsa verde, fritto misto alla piemontese.
_____Non dimentichiamo il tartufo !, la Val d'Orba è zona di raccolta di ottimi tartufi bianchi.
_____Tra i dolci torte di nocciole e di castagne, bugie, bunet, biscotti della salute, canestrelli e, tradizione antichissima mai dimenticata, le castagne, una volta alimento, oggi golosità ed occasione di festa, da prepararsi bollite od arrostite possibilmente con fuoco a legna.
_____Si tratta di piatti che fanno parte delle tradizioni delle famiglie e che possono essere ritrovati nei menù di ristoranti e trattorie della zona.
_____Un discorso a parte merita la farinata. Piatto tradizionale Ovadese denso di storia e significati anche sociali, la farinata continua ad essere un piatto unico nel suo genere. Ad Ovada esistono tuttora alcuni locali monoprodotto, dove la farinata è l'unico piatto ad essere servito.
 




 

Grazie al clima, alla terra e al laborioso impegno dei produttori, da non dimenticare sono i suoi molteplici ottimi vini D.O.C., tra i rossi: Barbera, Nebbiolo e sopratutto il Dolcetto; sempre di queste zone il bianco Cortese.

 Val d'Orba (presentazione)

      Elidio's service
Elidio 2003 Updated  24-03-17